L’Agricoltura spazza via la neve

Deutsch | English | Español | Français | Italiano | Português |

La neve non è solo gioco e divertimento, ma in regioni poco abituate a viverla, causa danni economici non irrilevanti.

Due articoli trovati sul web (uno risalente al 2012, l’altro al 2015) attestano l’importanza delle Aziende Agricole in caso di eventi atmosferici straordinari. E viene citata anche la figura dell’ “agricoltore spazzaneve” nata grazie ad una Legge di Orientamento per la tutela dell’ambiente.

Gli articoli regalano uno spunto che merita un approfondimento, soprattutto da parte degli amministratori comunali.

– 31 Gennaio 2012 – La neve salvezza per l’agricoltura

letto su alessandrianews.it

L’uso di mezzi agricoli come spalaneve e spargisale dimostrazione dell’importanza delle aziende di questo settore. “La pioggia e la neve ripristineranno le scorte idriche del territorio”
Nelle prossime ore è prevista un’altra nevicata anche sul Basso Piemonte.
Per affrontare la caduta della neve che ha mandato più volte in tilt il traffico su molte strade sono stati mobilitati anche gli agricoltori della Coldiretti con trattori utilizzati come spalaneve e spandiconcime adattati per la distribuzione del sale contro il gelo.
E’ quanto riferisce la Coldiretti nel sottolineare che si tratta di un intervento che ha consentito a molti chilometri di strada situati anche nelle campagne più impervie di essere liberati da neve e ghiaccio.
La possibilità di utilizzare anche i mezzi meccanici agricoli messi a disposizione dagli imprenditori delle campagne ha garantito la viabilità e scongiurato il rischio di isolamento delle abitazioni soprattutto nelle aree interne e montane, grazie alla maggiore tempestività di intervento.
La presenza diffusa delle imprese agricole sul territorio assicura infatti la possibilità di un intervento capillare e rappresenta una opportunità che potrebbe ulteriormente espandersi con una maggiore sensibilità di Comuni e Province.“Si tratta di un servizio impegnativo – afferma il presidente della Coldiretti alessandrina Roberto Paravidino – ma che dimostra quanto le aziende agricole siano importanti per la tenuta del territorio e per la sicurezza dei cittadini quando la neve rende difficili i collegamenti. La figura dell’ “agricoltore spazzaneve” è nata grazie alla Legge di Orientamento che consente alle pubbliche amministrazioni di stipulare convenzioni con gli agricoltori per lo svolgimento di attività funzionali “alla sistemazione e manutenzione del territorio” anche attraverso l’utilizzo di mezzi meccanici agricoli”.

Si tratta di una Legge che per la prima volta identifica come attività agricola anche la prestazione di servizi per la collettività tramite l’utilizzazione di attrezzature aziendali, riconoscendo così il ruolo multifunzionale dell’agricoltura per la tutela dell’ambiente e la sicurezza dei cittadini.

L’arrivo del maltempo è importante per salvare l’ltalia da una grave siccità che mette a rischio la disponibilità di acqua nelle città e nelle campagne con una riduzione di oltre l’80 per cento delle precipitazioni nei primi venti giorni di gennaio dopo un 2011 straordinariamente asciutto.

“Una pioggia e una neve che – afferma il direttore della Coldiretti alessandrina Simone Moroni – se non ci saranno manifestazioni violente a provocare danni, sono importantissime per ripristinare le scorte idriche sulle montagne, nei terreni e negli invasi che sono su livelli minimi. Nelle campagne, infatti, i terreni induriti dalla siccità rendono difficili e molto costose le tradizionali lavorazioni per la preparazione delle semine ma a preoccupare è anche la disponibilità idrica per l’irrigazione delle piante durante la fese di crescita primaverile”.

– 2 Gennaio 2014 – Modica, emergenza neve finita: “Grazie alle aziende agricole e artigiane”

letto su ragusah24.it

Sei quintali di sale sparsi nei punti critici delle arterie cittadine dove potrebbe verificarsi la formazione di ghiaccio e rendere così pericolosa la viabilità.

Così dice il Comune di Modica, in questo comunicato con la data del 1 gennaio e inviato questa mattina:

L’emergenza città è terminata in tarda mattinata dopo una notte da incubo per gli automobilisti che dopo il brindisi di mezza notte non hanno potuto raggiungere i luoghi di residenza a causa della nevicata che ha investito l’intero territorio cittadino.

Molti sono stati costretti ad abbandonare le vetture per impossibilità di proseguire nella marcia e hanno raggiunto le proprie abitazioni, non senza difficoltà, a piedi.
Sono stati ripristinati muri e argini, rimossi dal manto stradale alberi e poderosi rami che hanno intralciato il traffico da e per il centro storico.

“Abbiamo potuto superare”, commenta il sindaco Ignazio Abbate che ha coordinato insieme all’assessore Pietro Lorefice i vari interventi: “questa emergenza senza precedenti in città, grazie al lavoro instancabile delle dieci aziende agricole che sono intervenute con i trattori nelle zone più a rischio del territorio per liberare le strade dalla neve, le dieci aziende artigiane che con i bob cat hanno operato nei siti più impervi, ai volontari della Protezione Civile dell’ente e agli operatori della Spm che hanno consentito il ripristino della normalità in poche ore. Sono stati tagliati alberi pericolosi per la viabilità e ripristinate arterie importanti per la viabilità cittadina”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...