FARE DEL VINO UNA BEVANDA DA BERE: LA FILOSOFIA DELLA CATALDI MADONNA

Fare del vino una bevanda da bere: la filosofia della Cataldi Madonna

Per la Cataldi Madonna è importante valorizzare le basi di lavorazione, perché oggi molti riescono a fare delle buone selezioni ma sono in pochi a produrre vini base di buona qualità, e pochissimi portano queste basi sul mercato con i Bag in Box.

Sono in molti ad apprezzare questa filosofia, direttamente in azienda dove è attivo un punto vendita meta giornaliera sia degli abitanti che dei turisti abituali della zona – la splendida Val del Tirino in provincia de L’Aquila (Abruzzo) conosciuta anche come Forno d’Abruzzo – che comprano e portano a casa il vino in bottiglia o Bag in Box, per consumarlo a pranzo o cena piuttosto che nelle grandi occasioni.

Le persone che scelgono Cataldi Madonna sono disposte a spendere un pochino di più per bere un vino base di altissima qualità e per loro annualmente viene organizzata una “Festa del Punto Vendita” – solitamente si svolge a fine giugno – sia come ringraziamento ed attestazione di stima reciproca sia per fargli conoscere più da vicino l’azienda ed il suo staff giovane, competente e sempre con il sorriso sul viso.

Uno staff giovane che si avvale del know-how decennale di un’azienda che porta avanti una propria ricerca scientifica nell’enologia, è questa la ricetta che permette la produzione di basi di qualità, selezioni eccellenti e di alcune sorprese. Ad esempio il Cataldino, un vino rosato frutto di una sperimentazione andata a buon fine; color buccia di cipolla, ottenuto da una fermentazione spontanea di Montepulciano vinificato senza bucce per una grande performance tecnica dimostrata dalla gradazione alcolica che rimane all’ 11.5%.

La grande svolta qualitativa per la Cataldi Madonna, è arrivata con l’attuale titolare Luigi che negli anni ’90, dopo aver capito che la qualità dei vitigni autoctoni abruzzesi non avesse nulla da invidiare agli internazionali, fece espiantare i vari Merlot, Cabernet e Sauvignon per dare inizio, tra l’altro, alla gloriosa ricerca sul Pecorino.

La prima bottiglia di Pecorino è Cataldi Madonna.

Oggi l’azienda conta 30 ettari vitati esclusivamente a Montepulciano d’Abruzzo, Trebbiano d’Abruzzo e Pecorino da cui nascono 8 linee di bottiglie. Il Trebbiano DOC, Il Cerasuolo DOC, il Cataldino ed il Giulia, un pecorino ottenuto da vitigni più giovani; Il Malandrino che è un Montepulciano d’Abruzzo ed il Piè delle Vigne che è una variante aquilana del cerasuolo; la selezione del Pecorino IGT ed il Tonì, una selezione di Montepulciano d’Abruzzo che è l’unica bottiglia su cui l’azienda mantiene un affinamento in barrique.

Related Video

Il “Cataldino” della CATALDI MADONNA – by Acinus snc

news a cura di Azienda Agricola Luigi Cataldi Madonna
Ofena, L’Aquila, Abruzzo
Località Piano
t (+39) 0862 954252
mail>  amm.cataldimadonna@alice.it
web> www.cataldimadonna.com
social> facebook

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...